LA MELODIA DELLE PICCOLE COSE di Carlotta Pugi

LA MELODIA DELLE PICCOLE COSE di Carlotta Pugi

Titolo: La melodia delle piccole cose
Autore: Carlotta Pugi
Serie: Autoconclusivo
Genere: Contemporary Romance
Narrazione: Prima persona (POV alternati)
Tipo di finale: Concluso
Editing: Ottimo
Data di pubblicazione: 26 Settembre 2018
Editore: Leggereditore

TRAMA


Cecilia Rachel Romano, per i fan di tutto il mondo Moonlight, è una popstar dalla voce potente, il ritmo nel sangue e un carattere esplosivo. Il suo tour mondiale è alle porte e dato il successo cui è destinata, la casa discografica le impone di collaborare con Ludovico J. Alberti, un genio della musica che sembra irritato tanto dalla sua ecletticità quanto dai suoi pezzi pop. Nonostante l’esuberanza dell’una e l’apparente invulnerabilità dell’altro, i due si trovano a convivere sotto lo stesso tetto, costretti in una collaborazione che ne metterà a dura prova i nervi. nella meravigliosa cornice di Cortina d’Ampezzo, le loro personalità entrano in collisione, emergendo per quelle che sono: un vulcano con le ali da farfalla lei, un astro che sembra inamovibile lui.

RECENSIONE di Sara


Moonlight, per tutti Moonie, è una popstar famosa e acclamata, abituata a non fermarsi mai con la carica che l’ha sempre caratterizzata sta preparando il nuovo tour quando un imprevisto la costringe ad annullare tutto.

Le sue corde vocali, stressate all’inverosimile dai tanti concerti, la costringono ad un intervento urgente e ad annullare tutte le tappe previste.

Per Moonie inizia quindi un periodo complicato, dove è costretta al silenzio per poter riabilitare al meglio la sua voce una volta guarita.

Paradossalmente però anche se non può esprimersi a parole, si ritrova ad ascoltare sè stessa, dedicandosi le giuste attenzioni e meravigliandosi di quanto il suo cuore possa parlare più della sua voce.

Durante la convalescenza il suo quotidiano si incrocia con quello di Justice, un talentuoso musicista con un passato complicato alle spalle e il bisogno di ritrovare sé stesso.


Quello che i suoi occhi hanno visto e le sue orecchie hanno sentito possono aver compromesso la capacità di lasciarsi andare al sentimento, ma non il sentimento stesso.


I due ragazzi, sorvegliati attentamente da Fergus e Regina, i loro assistenti, scoprono di essere anime affini uniti da qualcosa di unico come la musica, che guida le loro vite in maniera silenziosa e perfetta.

Decidere di leggere questo libro per me è stata come una folgorazione, appena l’ho visto ho deciso subito che era quello giusto, una lettura piena di spunti utili a riflettere e  a celebrare la meraviglia.

La meraviglia di ascoltarsi e di lasciar parlare il proprio cuore, di scoprire che siamo ancora in grado di amare anche se la vita ci ha messo davanti a tante prove difficili, lo stupore di riuscire a condividere tanto insieme ad una persona all’apparenza così diversa.


Insieme al mio nuovo singolo, vorrei presentarvi la nuova me. Credo, penso e spero che sia quella definitiva, perché mi piace parecchio la grafica e le funzionalità di questo ultimo mio aggiornamento e ho capito che il verde è il mio colore preferito tra tutti quelli del camaleonte. A volte quando si perde, si vince. Solo che serve tempo per capirlo.


Sto scoprendo a poco a poco questa autrice, e devo dire che ogni volta resto colpita dalla sua scrittura intensa ed emozionante e al tempo stesso delicata e perfetta.

Grazie anche alle stupende ambientazioni affidate a luoghi affascinanti del nostro paese, verrete catapultati in una storia davvero travolgente che tocca corde difficili e dolorose, ma che celebra la speranza e sono sicura che rimarrà nel vostro cuore per sempre.

Sarete inebriati dalla musica, vi assicuro che durante la lettura ho immaginato i concerti di Moonie e ho visto la figura di Justice al pianoforte e restando incantata da queste scene ho sentito davvero la loro melodia, che celebra le piccole cose che ogni giorno rendono grande la nostra vita e ogni nostro attimo.

Un plauso particolare al personaggio di Regina, l’assistente nonché migliore amica di Moonie, un concentrato di saggezza e follia che arricchisce la storia di ironia e dolcezza; ognuno di noi meriterebbe una persona così accanto, tutto sarebbe più facile.


E’ come la melodia delle piccole cose, che trascende lo spazio e il tempo e accarezza l’eternità, perché sono le piccole cose che penetrano nelle falle invisibili e sfondano le difese per vincere la guerra.


Consiglio di leggere questo gioiello a chiunque abbia voglia di emozioni semplici per riuscire ogni giorno a meravigliarsi di ogni gioia che la vita ci regala.

RECENSIONE di Alessia


Quanto sono importanti le emozioni nella nostra vita?
Ogni istante che viviamo ne viene definito da qualcuna, possa essere questa rabbia, felicità, paura, speranza. Parti essenziali di una bussola interna che è dentro di noi e che rivestono un ruolo fondamentale nei processi della nostra vita.

Le emozioni sono il centro di questa storia particolare e bellissima, che abbiamo scelto per celebrare il terzo mese di vita di Reading Marvels, uno spazio ideato per condividere le sensazioni più intense dei libri indimenticabili.
“La melodia delle piccole cose” racconta un percorso di rinascita difficile e doloroso, un viaggio che non lascia indifferenti e in grado di generare un caleidoscopio di sentimenti diversi. Un libro toccante e poetico, capace di trasportare altrove, laddove è possibile credere nella speranza di tornare a vivere e imparare ad amare, in primis sé stessi, aldilà della sofferenza e di un passato difficile.

Moonie e Jus sono gli intensi protagonisti di una storia profonda che parla al cuore e lo riempie di vibrazioni sublimi, come le note perfette di uno spartito che chiede di essere ascoltato nel silenzio più assoluto, quando non servono parole, perché basta una melodia a definirci ed esprimere le nostre emozioni.


Ho letto da qualche parte che il corpo umano cura le falle nel proprio sistema, compensando con quello che invece abbonda o che può migliorare. Finora avevo la voce che compensava tutto. Era il sole nei giorni più bui, la sfrontatezza nella mia indole pudica. Grazie a quella ero consapevole di essere una cantante, ma adesso… non so più chi sono.


Una giovane popstar e un affermato compositore, dotati di personalità contrastanti e anime ardenti. Due talentuosi ragazzi graffiati dalla vita e uniti dalla stessa passione, quella per la musica.

Si incontrano su un palcoscenico che cambierà le loro vite per sempre, che li vedrà perdersi nel dolore e ritrovarsi nell’amore per la musica, luogo e rifugio dove evadere e comunicare attraverso la stessa lingua, per imparare gesti, capire sguardi e interpretare silenzi.


Respiro la sua paura. Palpito insieme al suo cuore. Ascolto le grida della sua anima. È incredibile quello che ho imparato di lei attraverso il silenzio della nostra improbabile convivenza.


Un amore salvifico che va oltre sé stessi, capace di sacrificarsi e rendere liberi, nell’attesa del tempo giusto che detti le note per amarsi davvero.

Lo stile di narrazione è evocativo e ricercato, in cui ogni parola è accuratamente scelta per dare spessore e profondità ai sentimenti che vivono sovrani sulle pagine di questo romanzo raffinato.

Personaggi secondari originali e di grande carattere, come Regina e Fergus, entrambi assistenti personali e amici fidati dei due giovani protagonisti, amplificano l’eco potente di una storia articolata e impeccabile, capace di parlare di diversità ed emarginazione, temi non facili e terribilmente attuali, con delicatezza e intelligente ironia.

Un romanzo perfetto, che racchiude al suo interno la sinfonia di tutte le note del pentagramma, dalle più alte alle più basse, come a rappresentare le molteplici sfumature della vita che definiscono i nostri momenti, sia quelli belli che quelli brutti.

Leggere questa storia trasporta altrove, come solo la musica più bella riesce a fare, arricchendo l’anima con la consapevolezza che è nelle piccole cose che spesso si nasconde la meraviglia e lo stupore per apprezzare ogni attimo, ogni vibrazione che ci connette con il mondo e le persone che amiamo.

Un messaggio semplice che troppo spesso la vita di tutti i giorni ci fa dimenticare e che noi proviamo a ricordare tramite le letture meravigliose, racchiuse nel nostro spazio.

Ringrazio di cuore Carlotta Pugi, autrice di rara bravura e poetico talento, che con questa meraviglia si è unita ai nostri festeggiamenti, regalandoci una storia indimenticabile e soprattutto offrendoci l’opportunità di parlare di meraviglia, tramite la bellezza della musica.

Link per l’acquisto di La melodia delle piccole cose qui